Articoli

Con il cuore nel nome di Francesco

Sabato 10 giugno ad Assisi Max Laudadio presenterà  la sua canzone “Liberi”

“un messaggio di speranza che spero possa far riflettere”

 

 

 

 

 

E’ stato un lavoro intenso e molto divertente, abbiamo lavorato con tanta passione e dedizione, è un messaggio importante quello che canterà , e io , da suo Vocal Coach, non posso che esserne felice .
Ore 20.35 diretta su Rai 1!

 

 

come diventare grandi

“Come diventare grandi nonostante i genitori”, la mia esperienza da vocal coach

Da alcuni mesi il nostro Stefano era particolarmente impegnato fuori sede. Un progetto davvero speciale e riservato lo stava coinvolgendo come sempre col suo grande entusiasmo ed energia.

Ora possiamo ufficialmente svelarlo, Stefano Anelli, il nostro Direttore, è stato il vocal coach per gli attori del film appena uscito nelle sale prodotto dalla Disney, con interpreti come Margherita Buy, Giovanna Mezzogiorno, Matthew Modine, ed i ragazzi della serie Disney Alex&Co..

come-diventare-grandi-

Come diventare grandi nonostante i genitori  è una commedia in pieno stile italiano firmata Luca Lucini. Il regista cerca di mostrare – attraverso scene di ordinaria quotidianità – le divergenze, le battaglie e le incomprensioni tra genitori e figli adolescenti. Gustatevi il trailer qui.

 come diventare grandi alex and co emma

Stefano è stato convocato da Fabrizio Campanelli, suo amico e compositore di note musiche per film e di numerose campagne pubblicitarie, che si è occupato anche delle musiche per questo film.

Abbiamo chiesto a Stefano di raccontare a tutti noi la sua esperienza, ed ecco il suo racconto. Buona lettura 🙂

1) Raccontaci come è nata questa collaborazione

Questa collaborazione nasce da ormai 12 anni, tra me e Fabrizio Campanelli c’è un ottima amicizia, rispetto e sopratutto stima reciproca. Reputo Fabrizio un serio professionista, un musicista di spessore. Ricordo che è l’autore di Lovely on my hand, la pubblicità di Calzedonia, cantata da Dorotea Mele, mia allieva. “Fab” (cosi lo chiamo sempre) mi chiamò a giugno e mi disse se mi andava di seguire un progetto di 4 ragazzi della Disney.  Io gli risposi assolutamente si, mi disse che erano … e io … chi Fabri gli Alex&Co? Lui mi rispose si sono loro come fai a conoscerli?? Io naturalmente dissi che mia figlia è fan accanita loro… insomma decisi immediatamente di seguire il progetto per intero cosi …iniziai con Leonardo il giorno seguente.

2) Quali sono le difficoltà che hai incontrato?

Le difficoltà più grandi sono state quelle di riuscire a dare ciò che chiedeva Fabrizio. La voce proiettata, il carattere, il senso, la “posizione”, amore passione, sentimento.

3)E’ stato difficile lavorare con attori così giovani?

Insomma, ci sono stati momenti in cui era difficile mantenere la concentrazione, ma sono professionisti, è bastato un “respiro” e tutto è ripartito alla grande.

4) Quale è il ruolo di un vocal coach nel mondo del cinema e dello spettacolo in generale?

Fondamentale, credo che il ruolo del vocal coach sia importantissimo,  ringrazio Elisa Turlà e Alejandro Soarin Martinez (Presidente del Centro Studi Estill Italia) per avermi, in questi 12 anni ,insegnato un metodo non solo di comunicazione, ma di gestione della voce, mi hanno insegnato a gestire e capire dove si può insistere per arrivare al meglio senza danneggiarsi,  a oggi come CMT Insegnante del metodo EVT , cerco di trasmetterlo  insegnandolo a tutti gli allievi , a tutti gli artisti, a chi lo desidera, poi…poi c’è anche un bel pò di …Stefano Anelli… la voce è lo specchio dell’anima, se viene a mancare quella, manca tutto no? Credo che negli anni si sia trascurata l’importanza dell’educazione vocale, sia nel canto che nella recitazione. Nei miei studi  nei miei percorsi, ho capito che insegnare a gestire, controllare la propria emissione vocale, potesse preservare e far crescere l’allievo. Il tempo mi ha dato ragione.

5) Come si svolge la tua attività in questi casi? Si tratta di esercizi, insegnamento di tecnica e magari un pizzico di psicologia?

Per prima cosa sono andato immediatamente a riconoscere l’estensione minima e massima di ognuno di loro, mi sono confrontato con Fabrizio per verificare se la tonalità era giusta o non adatta al loro range di estensione vocale, dopodiché riscaldamento, tecnica e esercizi mirati. Finita la serie preparatoria abbiamo iniziato a “entrare” nei brani con il giusto mood…bellissima emozione.

6) Il momento in cui hai provato la più grande soddisfazione durante questa esperienza?

Vedere gli occhi di mia moglie, di mia figlia , leggere nei titoli di coda il mio nome beh… non ha prezzo… Solo con un Team unito si realizzano i sogni… grazie Fabri, grazie alla mia Famiglia , grazie a tutta la mia SA Canto&Musica che mi sostiene sempre in tutto!

titoli