Articoli

musicaludica_sa

Musicaludica, l’approccio alla musica per i bambini. Scopri perchè la nostra scuola è differente

La nostra scuola è differente.

Sì, lo sappiamo, sembra una battuta, ma noi ci crediamo davvero!
Nella SA Canto & Musica, la persona è davvero tutto, e la nostra missione è portarla all’interno di questo mondo, nel modo più naturale e personalizzato possibile.
E con i bambini questo approccio è ancora più importante. Vediamo perché.
A partire dall’età della scuola materna i piccoli posseggono un loro senso del ritmo, amano produrre suoni e riprodurre ciò che sentono dalla radio, da noi, dal mondo che li circonda.
Un approccio completo a questa età è davvero importante.
È per questo che i piccoli da noi non iniziano il loro percorso alla scoperta del magico mondo della musica affrontando da subito lo studio di uno strumento.

Per loro abbiamo studiato un approccio completo e multi disciplinare, che abbiamo chiamato Musicaludica.

Musicaludica è il corso di avvicinamento alla musica che coinvolge i sensi e sviluppa le capacità individuali.
Nella lezione i bambini sviluppano intonazione – cantando, senso del ritmo – suonando piccoli strumenti a percussione e muovendo il corpo a ritmo di musica, e musicalità conoscendo e “suonando” tutti gli strumenti fino a trovare lo strumento più adatto a loro.
Solo dopo questo percorso, così importante per il loro divertimento ed equilibrio, si potranno approcciare specifici strumenti, sempre sotto la consulenza del docente.
Il percorso con la musica quindi continuerà, in modo totalmente personalizzato e basato sulle propensioni e passioni emerse proprio grazie a musicaludica.
Contattaci per tutte le informazioni!

Open week 18 – 22 Marzo 2019

Docenti e allievi vi aspettano alle lezioni aperte dei corsi LITTLE MUSIC dal 18 al 22 marzo.
In questa occasione, durante gli orari di lezione, parenti e amici, e chi interessato a provare i nostri corsi, potranno assistere alla didattica dei nostri piccoli e condividere la loro passione in modo coinvolgente. Vi aspettiamo numerosi!

top_of_the_music_SA

SA alla festa di Sesto San Giovanni sabato 22 settembre!

Sabato 22 settembre ore 18.30 vi aspettiamo tutti, in Piazza Oldrini a Sesto San Giovanni, per conoscere la nostra fantastica scuola per uno spettacolo tutto live!!

L’occasione sarà la Festa dello Sport, del Volontariato e della Salute organizzata dal Comune di Sesto San Giovanni.

Sarà l’occasione giusta per conoscerci e avere tutte le informazioni per i tuoi buoni propositi settembrini🎶

Il programma dell’evento è disponibile qui.

Vi ricordiamo che sono aperte le iscrizioni a tutti i nostri corsi, da amatoriale a professional e master, canto e musica per bambini ed adulti.

Scegliete il vostro qui!

Open week 19 – 23 Marzo 2018

 

Docenti e allievi vi aspettano alle lezioni aperte dei corsi LITTLE MUSIC dal 19 al 23 marzo.
In questa occasione, durante gli orari di lezione, parenti e amici potranno assistere alla didattica dei nostri piccoli e condividere la loro passione in modo coinvolgente. Vi aspettiamo numerosi!

musica_gravidanza

Il pancione e la musica, i benefici per mamma e bambino

La musica ha degli effetti straordinari sui bambini, fin dalla gravidanza.

A sottolinearlo un recente studio scientifico (ricerca condotta dall’Università di Milano Bicocca e pubblicata sulla rivista inglese Women and Birth) che ha ribadito che cantare al pancione durante i nove mesi della dolce attesa regala una sensazione di benessere sia alla mamma sia al bambino. Pare inoltre che cantare durante la gestazione permetterà al bambino in arrivo di ridurre il rischio di coliche e quindi di piangere di meno una volta nato.

Cantare, in genere, fa bene all’umore. Cantare in gravidanza non solo mette allegria, ma migliora anche la salute della futura mamma e del bambino. Pensate che il canto rafforza il rapporto con il feto e migliora già nell’utero le capacità linguistiche del bambino. Non solo, l’uso della voce con vocalizzi permette alla donna anche di scaricare la tensione e di caricarsi di energia vitale generata dalle sue stesse vibrazioni canore.

Il canto nel periodo gestazionale, ha effetti positivi anche sulle coliche: i bambini che avevano avuto mamme canterine erano in grado di piangere circa 15 minuti in meno rispetto a chi aveva avuto madri silenziose.
Favorisce la produzione delle endorfine che allontanano ansia e stress. Offre al piccolo che è in grembo un canale di comunicazione con l’esterno. È ormai noto che, fin dai primi mesi della vita intrauterina, il nascituro sente, ricorda, è consapevole e reagisce, tanto che la comunicazione tra madre e figlio comincia assai prima della nascita.

Nell’utero il feto comincia a percepire i rumori grossolani alla 18^ settimana e alla 24^ è già in grado di percepire i suoni, sviluppando completamente il senso dell’udito nel corso della gravidanza. Il bambino infatti nei nove mesi vive in un mondo in penombra ma pieno di suoni. I rumori prodotti dal passaggio del cibo nell’apparato digerente, il ritmo della respirazione, il battito ritmato del cuore della mamma e lo scorrere del sangue attraverso la placenta, accompagnano il bambino dall’inizio alla fine della gestazione. Il ritmo del cuore materno è il ritmo primitivo su cui si forma il nostro senso della musica. Il feto è sensibile alla musica: cantare per il vostro bambino è un modo assai gradevole di comunicare con il nascituro.
Ne sono convinti negli ospedali di Chelsea e West London, a Londra, dove sono iniziati i corsi in classe per le future mamme.

Ma invece di correre a Londra, potete venire alla SA, sentirvi a casa vostra e lasciarvi andare in un canto liberatorio e amorevole.
Classica, leggera: ad ogni mamma il suo brano, ad ogni mamma il suo bambino.

Scopri i nostri corsi e contattaci.

musica_psicologia

La musica dopo i quarant’anni. La forza della passione e il tempo per se stessi.

Questo articolo nasce da una riflessione che riguarda un certo numero di allievi della SA che con noi intraprendono un bellissimo percorso. Non sono pochi coloro che arrivano in SA non più ragazzini, ma persone che hanno già compiuto molti passi e vogliono riscoprire il piacere del tempo per sé e delle passioni abbandonate.

Abbiamo chiesto alla psicologa psicoterapeuta, la Dottoressa Valentina Carretta, di spiegare che cosa c’è dietro questo “amore di ritorno” verso la musica.  Ecco che cosa ci ha raccontato.

Le passioni ardono dentro di noi e non si può soffocarle troppo a lungo. Possiamo metterle da parte per un po’, far sì che non bussino troppo forte, ma ciò che ci vivifica resta presente in noi.

Arrivano dei momenti nella vita in cui “ci siamo sistemati”, abbiamo creato una nostra routine sufficientemente stabile (famiglia, lavoro, casa, …) ma ci accorgiamo che, ad un certo punto, manca qualcosa. Guardiamo al passato e ci accorgiamo di aver abbandonato per strada alcune nostre passioni come la musica, lo sport e altro, ma non tutto è perduto però.

La mancanza alimenta il desiderio e, in questo particolare tratto della nostra vita, è possibile che le nostre passioni, precedentemente passate in secondo piano, tornino a farsi presente con nuovo vigore.

Ritrovare uno spazio di vita per sé in questo mondo che corre vorticosamente, in cui giochiamo a tennis con un telecomando, fotografiamo solo con il cellulare e impariamo a suonare con il tablet, riappropriarsi di spazi reali e di tempi personali può migliorare la nostra qualità di vita.

Ognuno di noi è caratterizzato da più dimensioni, è uomo/donna, marito/moglie, padre/madre, e può capitare che, a seconda del momento di vita che stiamo attraversando, la nostra concentrazione si diriga prevalentemente su uno solo di questi aspetti, lasciando in secondo piano gli altri. Essere solo padre, solo moglie, solo professionista è eccessivo e, a lungo andare, affatica il soggetto. Ritrovare pertanto uno spazio per se stessi, uno spazio da abitare con le proprie passioni e desideri può rivitalizzare e portare nuova linfa.

Proviamo a pensare alle passioni dell’infanzia, la musica, ad esempio. Quante volte abbiamo detto o pensato “avrei tanto voluto imparare a suonare uno strumento” o “è stato un peccato non aver più tempo per cantare con il mio gruppo”. Bene, è il momento di farlo! Non possiamo attendere sempre il domani per vivere la nostra vita. Lo strumento non sa se noi abbiamo sette anni o cinquanta, non si rifiuterà di essere suonato da noi perché abbiamo superato gli “anta”, la nostra chitarra impolverata nell’armadio è sempre lì che ci aspetta. La nostra felicità non può essere sempre e solo proiettata nel futuro, è importante che questa possa trovare qualche spazio anche oggi, nel presente, nel nostro quotidiano. Un’ora alla settimana per noi, fuori dal traffico, dalla fretta, dallo stress. Ritrovare noi stessi per vivere meglio e migliorare anche il mondo intorno a noi, sembra un obiettivo impossibile, eppure… Perché non provare?!

Troppo spesso ci dimentichiamo di vivere, di occuparci noi, quasi che farlo significhi essere egoisti, scatenando in noi imponenti sensi di colpa quando ci ritagliamo del tempo per noi stessi.

Dedicarsi a ciò che ci consente di star bene ha degli effetti anche su coloro che ci circondano. Proviamo a fare un esempio: pensiamo ad un papà che ha sempre avuto il desiderio di imparare a suonare la chitarra. Può lasciare questo sogno nel cassetto tutta la vita oppure estrarlo. Poniamo il caso di un padre poco più che quarantenne che si conceda di realizzare questo suo sogno musicale. Qualche lezione, le prime note, le prime canzoni con la chitarra ed eccolo pronto per una domenica al parco con moglie e figli a cantare tutti insieme e, magari, a sua volta ad insegnare ai bambini qualche nota. Con la sua ora di lezione alla settimana quest’uomo non ha solamente realizzato un suo desiderio, non ha solamente raggiunto una maggiore serenità per se stesso, ma si è occupato della sua famiglia, del benessere in senso generale della stessa, di quegli aspetti che la fretta ci porta a trascurare: trasmettere passione, alimentare il desiderio.”

Dott.ssa Valentina Carretta

Psicologa Psicoterapeuta – Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica – Vicepresidente e Socia Fondatrice del Centro Italiano Disturbi Alimentari e Dipendenze onlus – Partecipante della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi – Cultore della Materia in Psicologia Clinica dello Sviluppo presso l’Università Cattolica.

 

Email: valentina@dottoressacarretta.it

www.dottoressacarretta.it

Facebook, Twitter e Instagram.

 

musica_bambini_SA

I bambini e il magico potere della musica

Ce lo dicono fin da quando il bimbo è ancora in pancia. La musica ha effetti sul nostro cervello e stimola le nostre sensazioni fin da quando non siamo ancora nati.

L’importanza della musica sui bambini è scientificamente provata. Ha un effetto rilassante e calmante sui più piccoli, aiuta lo sviluppo delle capacità intellettive, ma soprattutto li aiuta a sviluppare la capacità creativa e la percezione di sé.

Noi della SA portiamo avanti un importante messaggio, la musica, a tutte le età e per tutti i livelli, deve far STARE BENE, farci ritrovare parti nascoste della nostra persona e farci crescere in modo positivo ed armonico.

E’ con questo spirito che ideiamo e conduciamo i nostri corsi collettivi per bambini. Durante i nostri incontri i piccoli approcciano lo strumento ed il canto, iniziano ad acquisire familiarità con la musica e il ritmo, a riconoscere e riprodurre consapevolmente i suoni e le note nella maniera corretta. Non solo, imparano a concentrarsi, a memorizzare delle piccole frasi musicali o delle canzoni. Tutte qualità che si rivelano poi utili nella vita di ogni giorno, a scuola come a casa e con gli amici.
Il percorso proposto è condotto da insegnanti qualificati che li aiuteranno a far crescere l’autostima. Riteniamo che la relazione con altri bambini nei corsi collettivi sia fondamentale per l’interazione, il confronto e il supporto reciproco. I bambini si aiutano a vicenda affrontando momenti di difficoltà creando gruppo, solidarietà tra di loro e divertendosi. La musica ascoltata, suonata e cantata fa si che il corpo segua il ritmo che loro stessi stanno creando e facilita una maggiore percezione di sé e delle proprie potenzialità.
Il canto aiuta a “far uscire” anche i caratteri più introversi, li aiuta nella comunicazione e li “costringe” ad aprirsi, a non restare chiusi in sé stessi e ad affrontare le prorie paure.

Noi docenti della SA canto & musica li stimoliamo a non fermarsi di fronte ai piccoli e grandi blocchi, ma cerchiamo di superarli insieme a loro, stimoliamo il confronto e la relazione con gli altri.

Scopri tutti i nostri corsi dedicati ai più piccoli! Clicca qui.

Ti aspettiamo a braccia aperte in SA.

Con il cuore nel nome di Francesco

Sabato 10 giugno ad Assisi Max Laudadio presenterà  la sua canzone “Liberi”

“un messaggio di speranza che spero possa far riflettere”

 

 

 

 

 

E’ stato un lavoro intenso e molto divertente, abbiamo lavorato con tanta passione e dedizione, è un messaggio importante quello che canterà , e io , da suo Vocal Coach, non posso che esserne felice .
Ore 20.35 diretta su Rai 1!

 

 

SA partner del contest “Promuovi la tua musica. Ed.2017”

Siamo felici di annunciarvi che la SA è partner ospitante delle selezioni per la Regione Lombardia del contest “Promuovi la tua musica“.

Di che cosa si tratta?

Lo scopo di Promuovi la tua musica è quello di investire nella cultura e avvicinare gli artisti emergenti al Teatro dando loro la possibilità di confrontarsi con una giuria di esperti (giornalisti – produttori – editori – autori ecc) e promuovere il loro progetto artistico attraverso le radio e la stampa.

Per nuovi talenti si intendono gli interpreti di brani musicali di ogni genere e tipo ed in ogni forma lingua espressiva. Potranno partecipare artisti singoli e Band.

L’organizzazione ascolterà i brani pervenuti in redazione e selezionerà di volta in volta  gli artisti che prenderanno parte alle varie tappe di PROMUOVI LA TUA MUSICA. Leggete attentamente tutto il regolamento qui!
L’8 aprile dalle ore 15 alle ore 19 presso la sede della SA Canto&Musica si svolgeranno le selezioni per partecipare al Contest PROMUOVI LA TUA MUSICA che si terrà al teatro Martinitt di Milano il prossimo 24 Giugno!!

Per poter prendere parte alle selezioni, contattare il seguente numero 02-36534458 o inviare e-mail a : promuovilatuamusica@libero.it

Materiale richiesto :
– 1 BRANO MP3 – 1 FOTO – BIOGRAFIA – CONTATTO TELEFONICO

L’ISCRIZIONE AL CONTEST E’ GRATUITA!

Regolamento sul sito : www.promuovilatuamusica.it

8 APRILE ore 15.00 – 19.00 – MILANO
Via Giuseppe Mazzini, 33 – SESTO SAN GIOVANNI
SA CANTO&MUSICA – INGRESSO GRATUITO

NEW! Corso di tecnico del suono

Siamo felici di presentarti un nuovo corso volto alla preparazione ad una professione di grande interesse, il tecnico del suono.

Il corso propone l’acquisizione dell’autonomia per tutte le fasi che riguardano il percorso del suono, dai cavi agli strumenti attraverso nozioni di acustica, tecniche microfoniche di ripresa, mix e amplificazione.

Un corso pensato per chi vuole approfondire la conoscenza del suono ed essere completamente autonomo nella gestione dell’audio.

Corso Base

Il percorso base offre la possibilità di acquisire le conoscenze teoriche e pratiche al fine di ottenere familiarità con gli apparati audio di piccole dimensioni permettendone il pieno controllo nell’amplificazione e nella registrazione. Cavi, collegamenti, midi, caratteristiche degli strumenti, riprese microfoniche non saranno più un problema.

Il programma:

Cenni di acustica acustica di base, rifrazioni, riverbero, diffusione; problematiche di ripresa ed amplificazione

Voce, musica e rumore intensità, altezza, timbro, colori, melodia ed armonia: utilizzo, influenza e calibrazione dei diversi fattori

Midi & Audio cos’è il midi, dal cavo al software, come si tratta e perché serve; interazione con le tracce audio

Microfoni tipologie di microfoni, caratteristiche ed utilizzo nel campo della registrazione e dell’amplificazione

Amplificazione struttura della catena audio, teoria e pratica di un piccolo impianto

Registrazione Digitale dal microfono al software passando per il mixer: teoria e pratica con strumenti in sede per una

Quando: da Ottobre a Dicembre – 2 ore alla settimana per 4 settimane. Monte ore di 24 ore totali.

Corso Avanzato

Un ulteriore passo in avanti viene proposto dal corso avanzato che introduce nuovi moduli soprattutto per quanto riguarda i processori di segnale, registrazione multitraccia e tecniche microfoniche. Non mancheranno ulteriori spunti per approfondire il suono con le sue caratteristiche, utili da conoscere per trattarlo in modo corretto. Tutta la teoria sarà affiancata da prove pratiche sul campo per ottenere una autonomia completa in tutto il processo della catena sonora.

Il programma:

Caratteristiche del Suono teoria ed applicazioni pratiche sul riconoscimento dei alcuni effetti naturali e come sono percepiti dall’orecchio umano

Elaborazione Segnali intensità, altezza, timbro, colori, melodia ed armonia: utilizzo, influenza e calibrazione dei diversi fattori

Tecniche Microfoniche approfondimento su microfoni, riprese mono, tecniche stereofoniche, prove pratiche e confronti

Processori di Segnale pre & post mixer, plug in software, concetti ed impieghi all’interno della catena audio

Multi Track Record applicazione di quanto appreso in precedenza per la gestione contemporanea di più canali, registrazione e ottimizzazione

Mixaggio dalla registrazione multicanale al prodotto finito: passaggi della produzione con alcune tecniche di mix facendo uso degli effetti nel mondo digitale

Quando: da Febbraio ad Aprile – 2 ore alla settimana per 4 settimane. Monte ore di 24 ore totali.

Entrambi i corsi sono collettivi e termineranno con la partecipazione del saggio di fine anno, con fonica di sala, registrazione e mix dei saggi degli allievi dei corsi musicali.

Scarica il volantino corso TdS.

Info e iscrizioni:  infocorsi@stefanoanellicantomusica.it